Arianna pronta per realizzare il suo sogno.

Arianna Sacripante, giovane 25enne romana, persona con sindrome di Down, atleta di punta di “Sport e Società – Progetto Filippide per l’autismo e le malattie rare”, il 12 maggio volerà a Kyoto per un’esibizione di nuoto sincronizzato, che vedrà insieme un atleta normodotato e un’atleta con sindrome di down.

Si tratta del lasciapassare unico e indispensabile per la partecipazione alle Paralimpiadi dì Tokyo 2020, quando il nuoto sincronizzato per atleti disabili verrà presentato come sport dimostrativo. Si tratta di uno sport  sinonimo di bellezza per antonomasia, ma anche di grande fatica e sacrificio.

Questo viaggio è diventato possibile grazie alla generosità di molti, ad una raccolta fondi online, conclusasi lo scorso aprile.

Leggi…